iNDiEBAR -

NEW PODCAST

17: 1993 Side B

Oggi completiamo l’annata del 1993, presentandovi il lato B del nostro immaginario vinile, con la classifica che prosegue dalla posizione 16. Nella scorsa puntata abbiamo ascoltato gli Afghan Whigs con Gentleman come disco dell’anno, seguito da Smashing Pumpkins e Dinosaur Jr sul podio. Poi via via gli atri, Slowdive, Suede, The Verve, The Breeders, Pearl […]

Stagione 10

IB_ST10_00_start_finalCercavo un bel libro da portarmi in spiaggia, avevo voglia di leggere e non di rincoglionirmi come faccio di solito a girare la rotellina del mio ormai vetusto iPod. Giusto per trovare ispirazione per la decima stagione di Indiebar, un giubileo radiofonico per il vostro attempato dj….

In realtà ne avevo uno, che volevo finalmente leggere per intero. Era lì, sulla libreria dello studio, ancora abbastanza intonso: “1001 dischi da ascoltare prima di morire”, nella sua versione in lingua originale (1001 Albums You Must Hear Before You Die) che suona pure meglio.71ad9zQPH5L

 

 

Ma era un tomo pazzesco, quasi mille pagine. Praticamente impossibile da mettere nel bagaglio a mano e men che meno da portare in spiaggia, tra asciugamano, creme solari, la schiscietta per la frutta.

Decido quindi di comprare anche la versione digitale e di portarmi invece il tablet, ormai inseparabile compagno di lettura.

Quanti saranno quindi gli album che non avrò ancora sentito?

Se a partire dalla fine degli anni ’80 il famoso “celo-manca” vede prevalere nettamente il primo, negli anni precedenti la proporzione si ribalta drasticamente, fino al quasi deserto precedente alla mia nascita (1967).

In pratica una enorme lacuna, un vacui da fare horror!

D’altronde scorrendo le playlist delle 9 precedenti stagioni di indiebar, sono rarissime le escursioni nel passato più remoto, antecedente diciamo il 1988. Ecco, questo mi è sembrato improvvisamente un fattore negativo e da porvi rimedio. C’è un sacco di bella musica nel passato che ha molta attinenza coi nostri gusti attuali, anzi, ne rappresenta le fondamenta.

Ma come fare con il format di indiebar, che ha il suo pubblico di nicchia, di affezionati, che forse ci ascolta proprio per questo?

Forse per la decima stagione è giunta l’ora di cambiare!

Già un tarlo in mente me lo avevano fatto venire due personaggi radiofonici che ammiro, pur essendo su due livelli non comparabili: Till Mola e Iggy Pop.Screenshot_2015_09_16_23_28_49

Del secondo abbiamo già parlato in un post apposito, che vi è molto piaciuto, almeno dai commenti ricevuti. La sua poliedricità supera le barriere spazio-temporali a rappresenta la pura passione della musica nei sui 360°.

Il primo invece mi ha fatto riflettere molto, quando mi ha invitato come ospite nella sua ben riuscita trasmissione, La Musica Dentro.

Nel preparami la scaletta dovevo presentare la mia “musica dentro“, quei brani che avevano un significato particolare per me e che me li porterò appunto “dentro” per sempre. Delle storie da raccontare.
Ma quanto era più bello avere un format libero dove poter narrare delle storie, degli aneddoti, delle curiosità legate o anche no, al brano o alla band in questione?

E allora basta, si fottano i temi ingessati, voglio scegliere i brani con lo stomaco, mosso da quel sentimento che da 10 anni non mi abbandona e mi fa fare tutto ciò oltre ogni possibile logica: LA PASSIONE!

Ne ho parlato pure con Tommy, che anche quest’anno sarà della partita, che con altrettanto entusiasmo si è detto pronto a partire subito, certo che avrà pure lui delle belle storie da raccontare e ottima musica da proporre!

Quindi tenetevi pronti, save the date e, soprattutto…

STAY TUNED!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>