iNDiEBAR -

NEW PODCAST

08: 1996

Nella puntata di oggi riavvolgiamo il nastro della storia musicale, indietro fino al 1996. All’epoca vivevo a Berlino da un anno e non sono mai stato meglio in vita mia, né prima né dopo. Avevo la mia vita piuttosto cadenzata dal lavoro in cantiere però facevo di tutto per dedicarmi alle due altre mie passioni […]

Zola Jesus, Taiga – 4/5

Cosa ne pensiamo:

Nika Roza Danilova ci ha messo tutta se stessa in questo disco che rappresenta per l’artista di origini russe cresciuta in Wisconsin un trait d’union tra la sua foresta familiarmente nativa, la Taiga del titolo, ed il paesaggio boschivo americano nel quale è cresciuta.

Tracce vocali molto chiare lasciano gustare il cantato baritonale di Zola Jesus, accompagnata da un pot pourri di strumenti dal suono limpido, quasi algido, ma ben ritmato.

L’album ha un approccio più pop rispetto al precedente “Conatus”, a tratti ricorda le bizzarrie glitch di Aphex Twin a tratti le depressioni intimistiche di Lykke Li e scivola agevolmente per tutta la sua durata nel nostro riproduttore musicale.

Non ci sorprenderebbe di vedere ripresi alcuni brani tipo ad esempio l’eccellente “Ego” o il sublime “Hollow” in alcuni spot pubblicitari o in una puntata di CSI New York (se lo fanno ancora).

Da evitare se…

…ascoltate la musica prevelentemente al volante. Il rumore di sottofondo del vostro Turbodiesel coprirebbe alcuni accenti musicali decisamente essenziali. Evitatelo anche se siete misogeni, non si sa mai: una donna che canta con personalità non potra che andarvi di traverso!

Best track:

Ego

Voto: 4/5

Tracklist

01 Taiga
02 Dangerous Days
03 Dust
04 Hunger
05 Go (Blank Sea)
06 Ego
07 Lawless
08 Nail
09 Long Way Down
10 Hollow
11 It’s Not Over

  • Titolo: Taiga
  • Artista/Band: Zola Jesus
  • Anno di pubblicazione: 2014
  • Etichetta: Mute