iNDiEBAR -

NEW PODCAST

09: Underrated

L’inspirazione per il titolo della puntata di oggi è un qualcosa che mi gira in testa da molto tempo, che ha trovato recentemente degli agenti provocatori, agent provocateur per tirarsela un po’. L’ispirazione più recente mi è venuta dalla scomparsa di Andy Weatherall, dj, producer, sound engineer coi controcazzi come si direbbe usando un termine […]

03: 1989

Oggi riviamo il 1989, un anno che ha avuto un’importanza germinale per la musica dei successivi anni 90. Diversi semi si sono poi sprigionati con una potenza devastante, cambiano per sempre la storia della musica (non solo) alternativa. Dai Pixies sono nati i Nirvana ed il grunge, dagli Stone Roses il british pop, dai Lush (E My Bloody Valentine prima) gli Shoegazers.

Tracklist:

  1. The Stone Roses, I Am The Resurrection (The Stone Roses)

1a. Galaxie 500, Blue Thunder (On Fire)

  1. Pixies, Debaser (Doolittle)
  2. Beastie Boys, Looking Down The Barrel Of A Gun (Paul’s Boutique)
  3. Nine Inch Nails, Head Like A Hole (Pretty Hate Machine)
  4. Urban Dance Squad, Fast Lane (Mental Floss For The Globe)
  5. Ramones, Pet Cemetery (Brain Drain)
  6. Primal Scream, I’m Losing More Than I Ever Head (Primal Scream)
  7. The Young Gods, L’Eau Rouge (The Young Gods)
  8. Nirvana, About A Girl (Bleach)
  9. Lush, Etheriel (Scar)
  10. Red Hot Chili Peppers, Knock Me Down (Mother’s Milk)
  11. New Model Army, Green And Gray (Thunder And Consolation)
  12. The B-52’s, Love Shack (Cosmic Thing)
  13. Pop Will Eat Itself, Def Con One (This Is The Day… This Is The Hour… This Is This!)
  14. Jesus Jones, Move Mountains (Ben Chapman 7” Mix) (Liquidizer)
  15. Bob Mould, Whishing Well (Workbook)
  16. The Jesus And Mary Chain, Sidewalking (Automatic)
  17. Litfiba, Il vento (Pirata)

 

Lascia un commento