iNDiEBAR -

NEW PODCAST

18: Songs To Be Played At Funerals (FINALE DI STAGIONE)

E quindi è giunta l’ora di salutarci. L’anno scorso lo abbiamo fatto indicandovi “Songs To Be Played Under The Umbrella”, per farvi compagnia nei mesi estivi e pensando alle vostre vacanze. Quest’anno invece volevamo lasciarvi delle canzoni eterne, che possano andare bene per sempre, fino ad un ipotetico funerale. D’altronde si sa, per superare la […]

02: 1988

Seconda puntata della stagione 13 di indiebar.

Oggi vi proponiamo un format che ci accompagnerà per tutta la stagione. Ci ho pensato tutta l’estate ed ho preparato le playlist sotto l’ombrellone.

Poi vedo nel palinsesto invernale un bellissimo programma a cura di Antonio Carletti, un anno in 50 minuti e penso “merda, adesso sembra che facciamo un doppione”.

Il nostro intento è quello di rivivere un anno semplicemente con una classifica, non un count down ma un count up cioè dall’album più bello a quello meno bello, a riempire gli 85 minuti a nostra disposizione.

A parte una breve introduzione, ascolteremo solo la musica migliore dell’anno in questione.

Partiamo dal nostro viaggio con il 1988.

Per me è stato l’anno della dipartita dal mainstream. Ero al secondo anno di università, ascoltavo gli Smiths, i Cure, Echo & The Bunnimen e mi sentivo un rivoluzionario. Poi Lor15 mi lascia una copia del Melody Maker e scopro che delle band di cui parlava non ne conoscevo mezza.

Ma che caspita, era possibile?

Il mio viaggio trentennale nella musica alternativa comincia proprio nel 1988, proprio con gli album che stiamo per andare ad ascoltare.

Tutti gli album che vi presentiamo oggi hanno appena compiuto o stanno per compiere in extremis 30 anni.

 

Per me l’album del 1988 è dei Pixies, Surfer Rosa + Come On Pilgrim

 

  1. Pixies, Where is my mind (Surfer Rosa)

1a. Pixies, Bone Machine (Surfer Rosa)

  1. Morrissey, Suedehead (Viva Hate)
  2. Joy Division, Love Will Tear Us Apart (Substance)
  3. Sonic Youth, Teen Age Riot (Daydream Nation)
  4. Jane’s Addiction, Had a Dad (Nothing’s Shocking)
  5. E.M., Turn You Inside Out (Green)
  6. My Bloody Valentine, Cupid Come (Isn’t Anything)
  7. Dinosaur Jr., They Always Come (Bug)
  8. Cowboy Junkies, Sweet Jane (The Trinity Session)
  9. Liftiba, Louisiana (Litfiba 3)
  10. The James Taylor Quartet, Theme From Starsky and Hutch (Wait a Minute)
  11. Cocteau Twins, Carolyn’s Fingers (Blue Belle Knoll)
  12. The Church, North, East, South and West (Starfish)
  13. The Sugarcubes, Birthday (Life’s Too Good)
  14. Public Enemy, Bring The Noise (It Take A Nation Of Millions To Hold Us Back)
  15. The Wonder Stuff, The Animals And Me (The Eight Legged Groove Machine)
  16. The House Of Love, Shine On (The House Of Love)
  17. The Lemonheads, Cazzo di Ferro (Lick)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>